L’azienda



Con le radici nella Chiazza

ASTOR, storia di un marchio e di Don Antonino

Don Antonino e Donna Franca. Inizia tutto da loro. Il figlio Giuseppe e i nipoti Antonino e Domenico La Torre, li celebrano con scatolette di tonno rosso che recano i loro nomi; per chi le acquista una garanzia di qualità.

Una storia antica più di 60 anni, che dal 2000 viene esaltata sotto il marchio di commercializzazione ASTOR, ma che ha radici sui banchi del mercato della chiazza” di Trapani dove nonno Antonino aveva il suo banco di salatume di tonno (bottarga, cuore, lattume, ficazza, tunnina sala-ta, bresaola di tonno), di baccalà, di “pisci stoccu” (lo stoccafisso più diffuso nell area del messinese), che vendeva insieme a spezie, olive e frutta sec¬ca. Antonino, terza generazione impegnata nel commercio di questi prodotti, nell’angolo degustazione ricavato all’interno dell’opificio della zona industriale (I dorsale ZIR n 20), mostra con orgoglio la foto del nonno e del suo banco, ma basta guardarsi intorno per accorgersi che quello che si vede nel bianco e nero dell’immagine di 50 anni fa è lì, sugli scaffali, a portata di mano
di chiunque voglia portare con sé un po’ di Sicilia, un po’ del nostro mare e dei suoi sapori.

«Mio nonno - ricorda Antonino - commerciava all’ingrosso direttamente con le aziende norvegesi che venivano a prelevare il sale a Trapani e da loro acquistava il baccalà e lo stoccafissomentre dalle aziende locali acquistava i prodotti di tonnara. Un’attività che ha proseguito mio padre e che ora stiamo ampliando con mio fratello Domenico».

Oggi questi stessi prodotti, il tonno nel¬le sue varie parti e selezioni cioè tarantello ventresca, buzzonaglia, si possono trovare in tre punti vendita dalla famiglia La Torre, la gran parte venduti sotto il marchio ASTOR: a Favignana presso «La Casa del Tonno», in via Roma 12 e presso «Capricci del tonno» in Piazza Matrice;mentre a San Vito Lo Capo presso il negozio «Il Gusto dal 1965». «Il tonno rosso da noi commercializzato viene esclusivamente dal mar Mediterraneo
- spiega Antonino -. È insieme un grande vantaggio e un limite. Acquistiamo solo da imprese di pesca che hanno le quote assegnate dal Ministero per la pesca. La qualità è garantita dal limite di quantità e dall’obbligo di indicazione di provenienza».

La ASTOR spedisce i propri prodotti in tutta Europa.
«Offriamo ai nostri clienti ogni forma di spedizione - racconta Antonino -. Per chi ci viene a qui al punto degustazione o nei nostri negozi, e vuole portare con sé i prodotti abbiamo delle valigette, formato ventriquattro ore, con dentro i prodotti tipici della tonnara, ma anche con selezione di salse e sughi confezionati da aziende locali con prodotti a chilometri zero. La nostra filosofia è di restituire ai turisti il massimo della qualità che il nostro territorio può».
La ASTOR, attraverso Antonino e Domenico La Torre, è la versione 2.0, del banco di don Antonino nel mercato della chiazza di Trapani di 60 anni fa.